Moor Beer Company: l’incontro di tradizione birraia e innovazione

I murales di Bansky, il ponte sospeso di Clifton, il Castello di Berkley e il trap-hop. Avete già indovinato? Dai, vi diamo un altro indizio: Moor Beer Company. Adesso sicuramente avete già la risposta. Stiamo parlando di Bristol, una delle città più cool del Regno Unito, che da sempre ospita uno dei birrifici artigianali in costante ascesa a livello mondiale: Moor Beer.

La Moor Beer Company viene fondata da Freddy Walker nel 1996 in una vecchia cascina nella zona di Levels and Moors, nel Somerset. All’inizio, il birrificio possiede un impianto a cinque barili e produce birre che rispettano e che si ispirano al patrimonio autoctono. Con il passare del tempo, inizia a guadagnare popolarità, anche grazie alla vincita di premi e alla partecipazione a numerosi concorsi promossi dalla CAMRA (Campaign for Real Ale, un’associazione del Regno Unito che intende promuovere le tradizioni della birra artigianale britannica). Una della birre più famose di Moor Beer, la Old Freddy Walker vince il premio Winter Beer of Britain nel 2004. Altre birre come la Hoppiness e la Revival si sono guadagnate la luce dei riflettori vincendo continuamente premi in vari festival birrai. Il birrificio diventa purtroppo vittima del proprio successo e interrompe temporaneamente l’attività brassicola. Nel Gennaio del 2007 viene rilanciato da Justin e Maryann Hawke, che ne prendono la gestione e ampliano l’impianto di produzione a dieci barili. La coppia, di origini californiane, inizia (e continua) a lavorare incessantemente con il loro team per migliorare la reputazione del birrificio e portarlo nuovamente nella posizione che gli spetta. I premi vinti, la produzione di alcune birre inserite tra le migliori al mondo e la grande crescita della domanda a livello internazionale hanno permesso alla Moor Beer Company di espandersi ulteriormente nel 2011, portando l’impianto a 20 barili e installando una linea di imbottigliamento.

Sebbene con un accento diverso da quello british tipico del West Country, Justin riesce a trasmettere nell’area la sua grande passione per la birra artigianale, nonché la tendenza a fondere le meraviglie della birra scura con quelle tipicamente aggressive delle birre della sua nativa California. Da quando ha preso il controllo del birrificio, Justin ha migliorato la qualità e il sapore delle vecchie birre, aggiungendo molte novità alla gamma principale e producendo una serie di birre speciali piuttosto interessanti. Ad una veloce crescita della sua reputazione è seguita anche la vincita di molti premi. La combinazione di questi due fattori ha permesso alla Moor Beer di essere riconosciuto uno dei migliori birrifici artigianali di tutto il Regno Unito. La mission di Justin e Maryann è proprio quella di produrre birre con un sapore intenso e un carattere eccezionale. Tutte le loro birre sono realizzate usando ingredienti naturali e di qualità, prestando particolare attenzione ai luppoli, al malto e ai lieviti. Come richiede la tradizione artigianale, le birre sono rigorosamente non filtrate, in modo tale da permettere al lievito residuo di generare un sapore eccezionale e di fornire l’apporto delle vitamine.

BirraLife ha selezionato per i suoi intenditori le migliori birre prodotte dalla Moor Beer Company. Eccone alcune:

Hoppiness

La Hoppiness è una IPA caratterizzata da proprietà organolettiche molto decise. Questa birra è marcatamente luppolata e permette al gusto e all’olfatto di percepire le tipicità dei malti impiegati durante la lavorazione. I sentori agrumati del lime e del pompelmo e le note decise di pesca donano eleganza alla Hoppiness, la cui bevuta termina in un piacevole finale amaro e duraturo. Si tratta certamente di una birra moderna, che cattura l’attenzione sia di intenditori, sia di giovani. Si abbina perfettamente con varie pietanze ed è un must per le cene tra amici. La sua originalità e la sua eleganza la rendono perfetta per i risotti saporiti, per le carni rosse e barbecue, per le carni miste e fritti vari. Per un’esplosione di gusti unica ed indimenticabile si può abbinare anche a piatti tipici della cucina thai o indiana.

Stout

Morbidezza, secchezza, bevuta pulita e tostature asciutte: tutto questo è la Stout della Moor Beer Company, che combina eleganza ed equilibrio, caratteristiche tipiche delle Stout di una volta. Questa produzione è l’insieme di tre malti diversi, orzo tostato, luppolo polacco e i lieviti custoditi nel birrificio. Per produrre questa particolare birra, l’acqua di Bristol è stata trattata per donare ulteriore morbidezza al palato e per accentuare le tipicità dei malti.

PMA

Di color mango, con un sapore intenso e molto bevibile. Sono queste le caratteristiche imprescindibili della Pale Modern Ale, uno dei marchi di fabbrica della Moor Beer Company. Viene realizzata usando il miglior luppolo in circolazione, abbinandolo a malti britannici naturali e finemente lavorati. La PMA, caratterizzata da un sapore fruttato, è una birra che lascia la bocca piacevolmente setosa. Si può bere in svariate occasione, dall’aperitivo tra amici, alle cene. È una birra leggera e dissetante che, se servita alla temperatura ottimale di 8-10°, può esprimere tutto il suo potenziale sprigionando tutte le sfumature attraverso le sue molte proprietà organolettiche. Parte dei ricavi derivanti dalla vendita di questa birra viene devoluta ad Hardcore Hits Cancer, un’associazione che fornisce sostegno finanziario ed economico alle persone affette da cancro e aiuta altre organizzazioni, soprattutto quelle che si occupano di bambini malati di tumore. Un motivo in più per scegliere la PMA.

So’Hop

La So’Hop è caratterizzata da note agrumate e tropicali. Questa birra si distingue per la sua marcata luppolatura, che ricorda le terre della Nuova Zelanda. Non è invasiva al palato e presenta secchezza e note agrumate. Il carattere della So’Hop permette di degustarla in qualsiasi occasione, specialmente durante l’aperitivo. Si sposa molto bene anche con il pesce in quanto riesce ad esaltare perfettamente i sapori e i profumi tipici del mare.

Birralife
Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *